Parola del Presidente nel maggio 2021

Cari membri dell’ASDD

lo scorso 16 aprile sono stato eletto come nuovo Presidente dall’Assemblea generale della nostra associazione professionale svoltasi online. Sono quindi subentrato con effetto immediato a Gabi Fontana, che ha ricoperto questa carica per otto anni, e alla quale va il nostro più vivo ringraziamento anche per l’impegno e il tempo che ha investito negli ultimi 16 anni in quanto membro del Comitato direttivo dell’ASDD. Sono onorato e fiero di vedere quanta fiducia riponete nella mia persona. I molti messaggi di auguri e congratulazioni che ho ricevuto mi hanno reso molto felice. Grazie di cuore a tutti voi! Il vostro incredibile sostegno mi motiva a dare il massimo per assolvere nel migliore dei modi la mia nuova funzione in seno all’ASDD.

Il mio interesse per i temi di politica professionale risale agli anni della formazione, ed è proprio su un argomento di natura politico-professionale che ho scritto il mio lavoro di diploma, seguito tra l’altro anche da Beatrice Conrad Frey (Presidentessa dell’ASDD prima di Gabi). Negli anni successivi ho cominciato ad occuparmi sempre più di temi relativi alla politica della formazione, impegnandomi attivamente nelle attività dell’associazione in quanto membro della Commissione Formazione. Ho ancora ben presente il giorno in cui Gabi mi ha chiesto che cosa ne pensassi dell’idea di entrare a far parte del Comitato direttivo dell’ASDD, impegnandomi ancora di più per lo sviluppo della nostra associazione professionale. Era il 2012 e l’anno successivo, all’Assemblea generale tenutasi a Olten, mi sono effettivamente candidato come membro del Comitato direttivo. Già allora sono subentrato a Gabi ricoprendo, all’interno del Comitato direttivo, la funzione di responsabile del settore Standard di formazione, che ho diretto e ulteriormente sviluppato inizialmente insieme a Raphaël Reinert e dal 2016 da solo. Tra le altre cose, ho diretto il progetto «Mantenimento delle competenze», che ha portato alla stesura  del Regolamento sulla formazione continua, approvato all’unanimità dall’Assemblea generale del 2019 ed entrato in vigore l’anno scorso. A questo proposito sto coordinando lo sviluppo della piattaforma «NutriEdu», dove i membri dell’ASDD possono registrare le attività di formazione continua che hannoportato a termine. La piattaforma è disponibile online dallo scorso giugno e si trova al momento nella fase pilota. Un altro progetto al quale ho potuto contribuire in maniera significativa è stata l’elaborazione della legge federale sulle professioni sanitarie  (LPSan). Tra le altre cose ho diretto il progetto per la definizione delle competenze specifiche per la nostra professione, che oggi sono regolamentate nella relativa ordinanza.

A queste attività si sono aggiunti molti altri compiti e molte altre rappresentanze. Nel 2016 ho assunto la carica di Vicepresidente dell’ASDD per la Svizzera tedesca, accompagnando Gabi sempre più spesso a colloqui e riunioni, e facendone le veci quando necessario. Ciò mi ha permesso di acquisire e ampliare le mie conoscenze sulle attività portate avanti dalla nostra associazione e di arricchire la mia rete di conoscenze nazionale e internazionale. La stretta collaborazione con Gabi è stata determinante per la mia decisione di presentarmi alle elezioni per la presidenza dell’ASDD, e mi impegnerò per garantire la continuità e il proseguimento del lavoro svolto dalle colleghe che mi hanno preceduto. Farò tutto il possibile per continuare a promuovere il valore della nostra professione, affinché sia riconosciuta come merita. Nei prossimi anni, inoltre, affronterò e chiarirò la questione della garanzia della qualità all’interno della nostra categoria professionale, un tema che considero prioritario, anche alla luce dell’attuale situazione politico-sanitaria. Voglio un’associazione professionale forte, che affronta attivamente gli attuali sviluppi nell’ambito dell’assistenza sanitaria e che pone le basi affinché tutti – politica, mondo professionale e opinione pubblica – riconoscano e sappiano che noi dietiste e dietisti siamo le specialiste e gli specialisti della nutrizione e della dietetica. L’attuale strategia dell’ASDD ci permetterà proprio di affrontare queste problematiche fondamentali. Il nostro comune e principale obiettivo, cari membri dell’ASDD, è riunire i vostri interessi e raggiungere insieme gli obiettivi che ci siamo prefissati. Venite da me, ditemi di cosa avete bisogno e cosa vi sta a cuore: l’ASDD siamo noi, tutti insieme!

Io come Presidente, insieme a tutto il Comitato direttivo e al segretariato, voglio portare avanti l’ASDD per tutti noi, per i nostri interessi e le nostre necessità comuni.

Perché solo insieme siamo forti.

Il vostro Presidente
Adrian Rufener

Retour haut de page